L’Officiel Russia new editorial

Here following some shots from the editorial recently published on L’Officiel Russia.
The photo shoot was set in the center of Paris, in the house of a bizarre movies’ art director: three floors (over) filled with art pieces mixed up with movies settings and an incredible number of lamps and abat-jours in every kind and size, which we have often used as ‘natural’ lighting of the shots.

The result is a series of images in between surrealism and pop art, made possible by the special setting of the location and also by the funny mix of outfits, all by Mumofsix.

***********

Ecco qualche scatto tratto dall’editoriale appena uscito su L’Officiel Russia. Il servizio è stato interamente ambientato nel centro di Parigi, nella casa di un estroso scenografo cinematografico: tre piani (stra)colmi di oggetti di ogni tipo, con pezzi d’arte mixati a scenografie e un numero imprecisato di lampade e abat-jour di ogni genere e misura, che abbiamo utilizzato spesso come illuminazione ‘naturale’ degli scatti.

Il risultato è una serie di immagini fra il surreale e il pop, rese possibili dall’atmosfera davvero particolare della location e dal divertente mix di outfit, tutti Mumofsix.

Photographer Federico Leone

Styling and art direction Maddalena Montaguti

Editorial published on L’Officiel Russia – Photographer Federico Leone

Editorial published on L’Officiel Russia – Photographer Federico Leone

Editorial published on L’Officiel Russia – Photographer Federico Leone

Editorial published on L’Officiel Russia -Photographer Federico Leone

Editorial published on L’Officiel Russia – Photographer Federico Leone

Annunci

“Roman Holidays”, a different point of view

One of the most thrilling part of my job is finding a different point of view, even on something very well-known. I shot this editorial in my own city, where I was born and rised, discovering – for the very first time – an innovative perspective where Rome is (unusually) not the protagonist, but just a ‘place’ not immediately identifiable. The sets of the photoshoot are – alternatively – an unknown skate park, right behind the Coliseum, the Gasometer of the Testaccio district, the Orange Garden and an a very anonymous street close to the district I used to live.

Contrary to what is usually seen, Rome here is just a backdrop, the real driving players are the girls and their intense way to ‘live’ their leisure time. In these pictures is the intimate world of teenagers’ holidays to be unveiled. That time made of long bored afternoons, wasting time and laughs. The atmosphere is a bit decadent, a sort of ‘Thelma&Louise’ mood, and it constrasts with the Imperial beauty of Rome, that remains in the back.

Thank you to Mayline Dubois, from Paris, and to Poppy Numan, from Brighton, perfect interpreters of this journey out of time and out of space.

To have a look of the complete editorial click here

——————————————————

Una delle cose più incredibili del mio lavoro è trovare sempre un punto di vista differente, soprattutto nelle cose che conosciamo meglio. Ho scattato questo editoriale nella città dove sono nato e cresciuto, e proprio qui ho trovato una prospettiva inedita della ‘mia’ città: quella di un luogo che per la prima volta non è protagonista e che non è immediatamente riconoscibile.

I set dello shooting si alternano tra una sconosciuta pista di pattinaggio proprio dietro al Colosseo, il gazometro del Testaccio, il Giardino degli Aranci, il meraviglioso Lungo Tevere e un’anonima stradina vicino al mio quartiere originario. Differentemente da quanto ci si possa aspettare, in queste immagini Roma è solo un fondale: a svelarsi è il mondo intimo delle vacanze dell’adolescenza, quello fatto di lunghi pomeriggi e di noia, di tempo che si perde e di risate. L’atmosfera un filo decadente, un po’ Thelma & Luise, fa contrasto alla bellezza imperiale di Roma, che rimane là sul fondo.

Grazie a Mayline Dubois, venuta da Parigi, e a Poppy Numan, venuta da Brighton, interpreti perfette di questo viaggio fuori dal tempo e dallo spazio.

Per vedere il servizio completo cliccate qui.

Photographer Federico Leone

Stylist Maddalena Montaguti

Grooming Antonella Gaglio @closeupmilano

"roman Holidays" editorial starring Poppy and Mayline

“Roman Holidays” editorial starring Poppy and Mayline

Rome behind. Teen fashion editorial by photographer Federico Leone

Poppy Nunan teenager top model

Poppy Nunan teenager top model

Different perspectives. Teen fashion editorial by Federico Leone. Coliseum is behind the trees!!

Tenn fashion editorial by photographer Federico Leone

Teen fashion editorial by photographer Federico Leone

Tee nfashion editorial by Federico Leone starring Poppy Numan

Teen fashion editorial by Federico Leone starring Poppy Numan

Behind the scenes.

Me at work.

London, here we are!

Primo giorno di location a Londra…

Il tempo è poco (e molto instabile!) ma le idee sono chiare, perché la -street dance- sarà il tema del servizio; quindi…Shoreditch!

Insomma…prima Miami, poi Londra…i graffiti mi perseguitano…

london-editorial-location-scouting-04

Scouting location in London for Collezioni Bambini editorial...

Scouting location in London for Collezioni Bambini editorial…

london-editorial-location-scouting-03 london-editorial-location-scouting-02

Here we are. Scouting location in Miami…

Ecco…la prima volta a Miami! Ebbene si, è toccato anche al fotografo Federico Leone, questa volta per la rivista inglese Junior Magazine e poi per un cliente italiano.

Ero riuscito ad evitare più volte…ma alla fine, ha vinto Miami.

La città non mi aveva mai attirato e confermo questa mia intuizione. A me sembra una fiera del kitsch, e soprattutto del -già visto e rivisto- anche se ne riconosco un qualche fascino fotografico e, soprattutto, la possibilità di beneficiare di un clima mite un po’ tutto l’anno.

Si ok, lo so, le spiagge belle, le palme…ecco, proprio le cose che mi interessano di meno nella vita. Come anche i tatuaggi (ci sono negozi che fanno tatuaggi ogni cento metri!!)

L’unica cosa che amo, ma bisognerebbe usare il condizionale, sono le atmosfere e le architetture anni ’50…

Peccato che tra palme, delimitatori di marciapiedi in ferro e ringhiere varie, fioriere e auto parcheggiate quasi ovunque, sia quasi impossibile trovare 5 metri di strada “puliti” e sgomberi da cose per poterle apprezzare queste architetture.

Ma un’idea l’ho avuta…e un bel posto (uno!) l’ho trovato. Giusto 5 metri, forse 8. Ma me li farò bastare. Adesso speriamo solo nel tempo, che non sembra essere dei migliori.

Per quanto riguarda la foto in basso, ovviamente non poteva mancare un giro a Wynwood, il quartiere dei graffiti.

Dorrò fare un secondo servizio anche li… allegria!

miami view from department store

Miami view from department store

wynwood a miami il quartiere dei graffiti

Molto “sobborgo americano”…soprattutto quello che si vede nello specchio retrovisore. Benvenuti a Wynwood!